Giuliano Kremmerz - Opera Omnia
STORIA – Note (1912-13)

STORIA – Note (1912-13)

[1] “Il novizio deve formare intorno a se un gruppo di dodici nuovi iscritti per ottenere l’anello di anziano, e dopo di aver mostrato di ben dirigerli potrà aspirare a diventare del circolo interno col grado di discepolo.” (Pragmatica Fondamentale, Cap.1, paragrafo 9). La C.E.U.R. (acronimo di Casa Editrice Universale Roma, ma anche di Centro Ermetico Universale Roma, fu, come vedremo in seguito, un’associazione kremmerziana sorta alla fine degli anni ‘40), nel ricostruire le propria struttura, trasformò il numero 12 nel numero 2 (si veda l’articolo 9 della Pragmatica in uso alla C.E.U.R.), quasi a volerne fare un discorso di fattibilità (2 nuovi iscritti sono più facili da reperire di 12) negando di fatto, tuttavia, in tal modo, il principio ermetico su cui si fonda la costituzione occulta della Schola e soprattutto la sua applicazione.

[2] Si veda “Influenza siderali e lunari”.

[3] Pietro Suglia fu presentato giovanissimo al Kremmerz da Giacomo Borracci. Fu sempre molto caro al Maestro, tanto che quest’ultimo spesso lo chiamava affettuosamente “Pietruccio mio”.

[4] Intorno alla metà del 1929 Kremmerz aveva confidato ad alcuni suoi intimi discepoli che il suo ciclo vitale stava subendo una crisi. Ciò significava che egli sarebbe morto entro la fine dell’anno successivo, oppure sarebbe vissuto altri 17 anni.

[5] Scrive il Maestro nel 9° dialogo (Dialoghi sull’Ermetismo): “L’autore alchimico che si fece chiamare Rupescissa, nei suoi manoscritti, esprime, a modo suo e del tempo in cui scriveva: se la umana ampolla che pare di una sola vessica costitituita non si separa in doppia vessichetta, onde una sia judice dell’altra, non potrai credere che la Pietra (Rupe) sia in vista del pellegrino. Non esiste integrazione dei poteri occulti dell’uomo e nell’uomo senza questo separando di controllo.”; e ancora in “La Magia Divinatoria: i Tarocchi”: “La individualità è un’apparenza. Il separando è l’enigma della magia dei grandi maghi ed è la sola finalità assoluta.”

[6] La Segreteria Generale della Fr+ Tm+ di Miriam aveva cessato di esistere in data 31 dicembre 1912, con la chiusura della Schola. Vivente Kremmerz, Lombardi non si firmerà più come Segretario Generale.

[7] Appare evidente che le intenzioni di Kremmerz fossero altre e che quei provvedimenti dovessero essere momentanei.