Giuliano Kremmerz - Opera Omnia
STORIA – Note – Trienni Lombardi

STORIA – Note – Trienni Lombardi

[1] Alfonso Del Guercio non amava Kremmerz. Era esponente di un ambiente pseudo-iniziatico, scaturito da una sua personalissima visione socio-politico-spirituale del mondo, fondata su un’ideologia di estrema destra e su un cattolicesimo al limite del fondamentalismo. Dopo aver trascorso anni nel tentativo per lo più vano di raccogliere informazioni sulla vita personale ed iniziatica del prof. Ciro Formisano, si avvicinò a Domenico Lombardi, ormai vecchio e quasi completamente sordo, che circuì con lo scopo di impossessarsi dell’archivio della Fr+ Tm+ di Miriam.

[2] Nella stessa data fu anche “sigillato” da Lombardi ed iscritto come suo dipendente al G.O.E., benché Lombardi non avesse l’autorità per farlo, come vedremo nel proseguo.

[3] Come si vede dal “monatto” di Suglia all’accusa di millantatore di titoli, falsificatore di bolli ed esecutore di una “sconcia faccenda” di Lombardi, il passo è breve, con la differenza che Suglia lo aveva sconfessato come suo discepolo e abbandonato.

[4] Altra incongruenza: come mai Lombardi che si proclama il custode ultra ortodosso dell’ortodossia miriamica viene meno ad una precisa regola del Kremmerz che con l’articolo 29 della Pragmatica “impedisce assolutamente che si adoperi nelle relazioni scritte ed orali fra gli ascritti di qualunque grado una logologia diversa da quella adoperata nei quaderni di iniziazione”. È forse prevista la dizione “Superiore Incognito” nel regolamento della Miriam o dell’Ordine? Assolutamente no! Essa fu usata nel XVIII secolo dalla Stretta Osservanza Templare e fu ripresa poi dal martinismo papusiano, ma non ha mai avuto nulla a che fare né col Kremmerz né con la massoneria egiziana di cui egli fu l’espressione, e allora perché usarla? Usando il linguaggio kremmerziano non sarebbe stato forse in grado di dire ciò che aveva da dire? Oppure la usò come “specchietto per le allodole” ovvero per abbacinare i suoi ignari discepoli isiaci, per trarsi d’impaccio con concetti cui essi non avrebbero saputo cosa rispondere, mentre lo avrebbero saputo perfettamente i suoi confratelli osiridei? È anche possibile che abbia usato questo termine per suscitare rispetto o timore nei suoi discepoli sempre ribelli.

[5] Non si capisce con quale logica dal momento che la Delegazione Generale era stata chiusa ufficialmente il 21 gennaio 1950: “Comunico che la Delegazione Generale della Fr+ Tm+ di Miriam sospende le sue attività” (art. 5 del Prot. n° 152).

[6] Pag. 60 de “La Pietra Angolare”

[7] Cfr. la dizione riportata nell’articolo 27 della Pragmatica Fondamentale.

[8] Giustificheremo più avanti le ragioni di questa affermazione.