Giuliano Kremmerz - Opera Omnia
PROFILI BIOGRAFICI – Carlo Coraggia

PROFILI BIOGRAFICI – Carlo Coraggia

GIULIANO KREMMERZ – OPERA OMNIA

Kremmerz - Giuliano Kremmerz

PROFILI BIOGRAFICI

dei personaggi che compaiono nella Storia Documentata

della Fratellanza Terapeutico-Magica di Miriam e del Grande Oriente Egizio

– a cura della Redazione –


Carlo Coraggia

(Roma, 2 giugno 1897 – Roma, 15 luglio 1982)

Carlo Coraggia
Carlo Coraggia

Vicino agli ambienti massonici della capitale, poi iscritto al Circolo Virgiliano sotto la direzione di Suglia, il 20 settembre 1945 Carlo Coraggia fu tra i cofondatori della loggia Ankh (Accademia Neo-Kremmerziana Hermetica), insieme ad Augusto Lista, Mario Parascandolo e Arduino Anglisani. Per il tramite di quest’ultimo entrò in contatto con Lombardi. Acquistata la biblioteca personale di Kremmerz dalla vedova, patrocinò la ristampa dell’Opera Omnia del Maestro, pubblicata in tre volumi nel 1951 dalla Casa Editrice Universale di Roma (C.E.U.R.). Nel primo volume era contenuto l’Avviamento alla scienza dei Magi, cui erano state apportate correzioni e censure, a volte di tipo grammaticale, a volte di tipo iniziatico e a volte di puro opportunismo in quanto tendenti a mitigare e a censurare le espressioni e gli apprezzamenti più negativi che il Maestro dava sulla Massoneria; nel secondo volume erano messi in fila senza alcuna sequenza cronologica: alcuni brani presi dal Commentarium, La Porta Ermetica, Angeli e Demoni dell’Amore, I Tarocchi (testo questo ottenuto unendo scritti diversi), Medicina Dei (testo completamente cambiato); infine nel terzo volume erano pubblicati alcuni scritti “minori” e le Lunazioni. Queste ultime oltre ad essere errate ed incomplete hanno generato molti equivoci nei lettori in quanto prive delle istruzioni adeguate relative ai periodi rispetto ai quali venivano date le prescrizioni. Ogni volume era preceduto da un’introduzione di Coraggia, che si firmava con il suo nome magistrale di Lehaiah. Dopo la morte di Lombardi e il trasferimento a Roma di Parascandolo, nel 1953 venne ripresa l’idea della loggia Ankh. Quindi, a partire dagli anni ’60, la casa editrice C.E.U.R. divenne una sorta di paravento per un’organizzazione gerarchicamente suddivisa in Myriam ed Ordine Egizio, diretta da Coraggia, che da Parascandolo aveva avuto una nomina ufficiale e varie istruzioni interne. Nel 1981 fu costituito il Centro Esoterismo Universale Roma (sempre C.E.U.R.), con un proprio statuto siglato da un notaio e un vasto seguito in Italia e all’Estero. Tuttavia, dopo la morte di Coraggia nel 1982, il gruppo entrò in una lunga serie di contenziosi per la successione, disperdendosi progressivamente.

error: