Giuliano Kremmerz - Opera Omnia
PROFILI BIOGRAFICI – Donato De Cristo

PROFILI BIOGRAFICI – Donato De Cristo

GIULIANO KREMMERZ – OPERA OMNIA

Kremmerz - Giuliano Kremmerz

PROFILI BIOGRAFICI

dei personaggi che compaiono nella Storia Documentata

della Fratellanza Terapeutico-Magica di Miriam e del Grande Oriente Egizio

– a cura della Redazione –


Donato De Cristo

(Noci (BA) 1899 – Bari 1985)

Donato De Cristo Kremmerz
Donato De Cristo

Come risulta da una lettera di autopresentazione scritta a Del Guercio nel febbraio del ’48, il farmacista Donato De Cristo era stato messo in contatto con Borracci dal suocero Leonardo Pascazio, miriamico della prim’ora e osirideo.

De Cristo fa inoltre capire che non andò oltre il grado di novizio per circa vent’anni, finché fu vivo Borracci che l’aveva iscritto alla Fratellanza nel 1925.

Per proprio conto, con l’aiuto di Anglisani ma senza alcuna guida magistrale, in seguito si sarebbe procurato istruzioni per pratiche riservate. Alla fine degli anni ’40, per il tramite di Anglisani e Parascandolo, conobbe Lombardi, aderendo alle sue iniziative.

Dal settembre 1949 curò la pubblicazione della rivista La Fenice che tuttavia, per omonimia con una rivista diretta precedentemente da Augusto Reghini, nell’ultima annata del 1950 avrebbe preso il nome di Ibis. In essa trovò spazio una trattazione diffusa della medicina omeopatica.

Nel marzo 1950 fu rapidamente elevato al grado di maestro di Miriam con lo ieronimo di Harael e preposto alla direzione della nuova Accademia Pitagora.

error: