Giuliano Kremmerz - Opera Omnia
Kremmerz – Doc – Lettera 01/01/1914

Kremmerz – Doc – Lettera 01/01/1914

GIULIANO KREMMERZ – OPERA OMNIA

Kremmerz - Giuliano Kremmerz

“Lettera Domenico Lombardi”

– 01/01/1914 –

NAPOLI  1  GENNAIO  1914

  CASELLA  POSTALE  395

Caro FRATELLO,

         Il Venerato Maestro dottor Giuliano Kremmerz, nella sua veste di Fondatore della Moderna Fratellanza Taumaturgia di Miriam, ha sospeso per ora il funzionamento della Schola Miriamica. In attesa pertanto che la medesima venga a piena riattivata, e nel precipuo scopo di mantenere vivo l’amore agli Studi Ermetici e l’affetto fra i numerosi fratelli sparsi per tutta l’Italia, il Consiglio dei Maestri ha deliberato, colla ratifica dello stesso dottor Kremmerz, di riunire tutti i volenterosi di progresso in due gruppi, affidati rispettivamente alla direzione scientifica di un Maestro, e di comprendere nel primo di essi gruppi i residenti delle province dall’Alpi al Lazio incluso, compresavi la Sardegna, assegnandoli alla Società Virgiliana di Roma; nel secondo i residenti invece nelle Provincie Meridionali e nella Sicilia, assegnandoli alla Società Pitagorica di Bari.

         Coloro poi che dimorano abitualmente nei due capoluoghi di Roma e di Bari assumono la qualità di Soci Residenti, e coloro che dimorano nelle altre località assumono la qualità di Soci Corrispondenti, e ciò senza pregiudizio del grado di avanzamento a cui ciascuno sia già pervenuto o possa in seguito prevenire.

         Pei Soci Residenti vigono le antiche norme.

         Pei Soci Corrispondenti, i quali contribuiscono agli oneri sociali colla tenue quota mensile di una lira, è ammessa la facoltà di chiedere e ricevere, per lettera, chiarimenti, consigli, istruzioni, circolari, bollettini, e sunti di conferenze dalla Presidenza della Sede Sociale a cui sono iscritti, e di frequentare i locali ogni volta debbano portarsi temporaneamente in Roma od in Bari, dove saranno ammessi alle adunanze sociali od alla sedute rituali od esperimentali.

         Così, dimorando Ella in codesta città ed essendo stata inserita, come Socio Corrispondente, al Sodalizio Barese, La prego di favorirmi la sua sollecita adesione definitiva, affinché io possa dare il riverito nome di Lei i nota al Presidente della Pitagora, al quale dovrà Ella in seguito rivolgersi per le richieste ed i contributi.

         Il desiderio vivissimo di ascenso, da Lei sempre addimostrato, affida che ella non tarderà a passare la soglia della porta, che le viene schiusa, insieme a coloro che, per effetto della sua doverosa propaganda, non mancheranno di esserle compagni.

         Gradisca il mio fraterno saluto.

                                                                                     IL  SEGRETARIO

DEL CONSIGLIO MAGISTRALE

                                                                                                                                                             Domenico Lombardi

error: